equitazione

Qual è il fondatore del cavallo?

Qual è il fondatore del cavallo?

Come proprietario di un cavallo, sarà utile avere una conoscenza di base dei vari componenti dell’anatomia di un cavallo in modo da poter riconoscere le bandiere rosse che potrebbero indicare malattia, dolore o disagio nel tuo cavallo.

I suoi arti sono una delle parti più importanti dello scheletro di un cavallo. Un cavallo con tendini, articolazioni o zoccoli infiammati, feriti o altrimenti disabili è una condizione critica che richiede cure mediche immediate e un recupero lento e attentamente monitorato.

Un cavallo affermato è anche noto come laminite nella comunità equina e crea notevoli preoccupazioni sul benessere per te come proprietario di un cavallo. Questo articolo discuterà i sintomi, le cause, la diagnosi, il trattamento e il recupero di questa condizione.

Qual è il fondatore del cavallo?

 

Parliamo un po’ dell’anatomia del cavallo. Nella struttura della parte inferiore del piede del cavallo sono presenti due ossa fondamentali: l’osso navicolare e l’osso triangolare.

L’osso navicolare ha lo scopo di fornire ammortizzazione e flessibilità per il passo di ogni cavallo. Tuttavia, l’osso triangolare si conficca nello zoccolo del cavallo. Intorno ad esso c’è un tessuto molle, chiamato lamina, che aiuta ad attaccare questo osso alla parete dello zoccolo.

Il capostipite del cavallo provoca l’infiammazione di questo strato di attacco o, nei casi critici, porta alla disintegrazione dei tessuti molli circostanti. Internamente, questo porta a una pressione eccessiva con conseguente forte dolore.

La prevenzione è fondamentale perché un cavallo diventa vulnerabile a una recidiva dell’infezione in futuro una volta che gli viene diagnosticata la laminite. Un’altra cosa da notare è che questa malattia debilitante è incurabile ma viene affrontata solo con cure immediate e attente.

Segni del fondatore del cavallo

 

Solo guardando l’esterno dello zoccolo, non sarai in grado di dire se un cavallo ha la laminite (fondatore) o meno. Per questo motivo, sarà utile conoscere i tipici segni rossi a cui dovresti prestare attenzione da questa malattia.

Secondo BlueCross, un ente di beneficenza britannico per il benessere degli animali, un cavallo, quando è in piedi, “può appoggiarsi sulle zampe posteriori per far riposare le zampe anteriori”.

Inoltre, il cavallo potrebbe mostrare alcuni segni di zoppia o il suo peso totale potrebbe non gravare sull’arto colpito. Il cavallo si sdraierà nei casi più gravi e si rifiuterà persino di alzarsi.

Nei casi di cavallo fondatore acuto, è normale che l’osso triangolare affondi in profondità nella capsula dello zoccolo. Pertanto, la diagnosi di un cavallo fondatore può essere molto invalidante per l’animale. Nel peggiore dei casi, un cavallo potrebbe soffrire di progenie di zoccoli con la possibilità che l’osso triangolare penetri nella parete dello zoccolo.

Lauren Alderman, DVM, CVA, CVSMT, scrive che un cavallo che soffre di un “episodio acuto di laminite [] può presentarsi con malessere, sudorazione, iperventilazione e frequenza cardiaca elevata”.

Tipi e sintomi del cavallo fondatore

 

In generale, ci sono due tipi di cavallo fondatore , visionario e cronico . Sfortunatamente, la ridistribuzione del peso dalla gamba colpita agli arti portanti può causare il cedimento degli arti portanti .

Specie

  1. Fondatore acuto: i sintomi di solito compaiono all’improvviso e possono essere moderatamente gravi. In questi casi, l’osso triangolare e la placca vengono separati l’uno dall’altro in modo molto doloroso.
  2. Fondatore cronico: i sintomi del fondatore acuto persistono per più di tre giorni. Una volta che un cavallo ha tollerato una ricaduta di un precedente caso di laminite, diventa cronico.
  3. Fondatore degli arti di supporto: si verifica quando gli arti sani sono stressati a causa del supporto del peso extra del cavallo.

sintomi

Sebbene il fondatore del cavallo possa verificarsi in qualsiasi piede del tuo cavallo, la malattia è più comune nella parte anteriore dell’animale. Alcuni dei sintomi più comuni includono:

  1. Camminare con un calcio nel tallone
  2. Movimento dell’osso del pedale (osservabile da un paio di mani allenate)
  3. Mostrando grazia da una parte o dall’altra
  4. Mostra segni di oppressione e dolore evidente durante il movimento
  5. Ha una maggiore tendenza a sdraiarsi
  6. rifiutato di stare in piedi
  7. Non solleverà l’arto colpito
  8. zoppicando improvviso
  9. La parete dello zoccolo può essere calda al tatto

Le ragioni del fondatore del cavallo

 

Che ci crediate o no, una delle principali cause di laminite nei cavalli è l’aumento di peso. Pensaci: in generale, un cavallo può pesare tra 900 e 2.000 libbre, a seconda della sua razza e scopo.

Non devi essere un medico per capire l’esatta natura degli arti di un cavallo. Rispetto alle dimensioni e al peso della canna e della testa di un cavallo, le sue gambe sono relativamente piccole.

La funzione principale degli arti di un cavallo è quella di sollevare il suo corpo e fungere da ammortizzatori durante il movimento. Quindi, mentre gli arti anteriori e posteriori funzionano in modo diverso, l’obiettivo è lo stesso.

Come proprietario di un cavallo, dovresti prestare molta attenzione alle condizioni degli arti del tuo cavallo. Sfortunatamente, i cavalli soffrono di questa dolorosa malattia per mano della negligenza del loro proprietario.

Spesso i cavalli sono sovraccarichi di lavoro e devono trainare carichi che sono all’altezza delle loro capacità. In altri casi, una dieta e un’alimentazione scorrette possono essere causa di un calvario doloroso e irreversibile.

Altri motivi principali per il fondatore del cavallo

  1. Lavorare troppo o per un periodo di tempo molto lungo
  2. Infezioni batteriche gravi
  3. Febbre alta o altre malattie
  4. Sovralimentazione del grano (soprattutto negli ambienti dei fienili)
  5. La zoppia in una gamba provoca la malattia nell’arto di supporto
  6. Zoccoli di rifilatura inesperti
  7. Situazioni stressanti come viaggi e ambienti mutevoli
  8. Gravidanza e gravidanza
  9. Malattie ormonali come la malattia di Cushing o la sindrome metabolica equina
  10. Anche altri disturbi di tipo infiammatorio possono causare la riacutizzazione della laminite.

La diagnosi del fondatore del cavallo

 

Come proprietario di un cavallo, probabilmente hai già un veterinario equino fidato e fidato su cui fai affidamento per le cure mediche del tuo cavallo. Tuttavia, se noti qualche segno già discusso, sentiti libero di rispondere subito al telefono.

Sia che tu debba organizzare il trasporto per la visita medica del tuo cavallo o che il tuo veterinario abbia accettato di venire nella tua proprietà, dovresti avere tutta la storia medica del tuo cavallo in archivio in un luogo facilmente accessibile.

Il tuo veterinario si informerà rapidamente (un nuovo veterinario) o ricorderà a se stesso la vaccinazione e la storia medica del tuo cavallo quando inizieranno a prepararsi a prendere i loro segni vitali.

Nel campo veterinario equino, i parametri vitali sono una parte importante dello screening e saranno naturalmente completi. Inoltre, la temperatura corporea di un cavallo, l’altezza, il peso, le condizioni generali del corpo, il comportamento, il dolore apparente o i livelli di disagio e la frequenza cardiaca sono indicatori chiave a cui il veterinario farà riferimento più avanti in ulteriori test.

Dopo una procedura fisica completa e approfondita, inizia il vero lavoro di valutazione e diagnosi corretta della potenziale minaccia di laminite. Quindi il tuo veterinario dovrà probabilmente fare alcune radiografie per determinare se c’è qualche movimento del triangolare.

Se la laminite è abbastanza grave, un veterinario esperto lo saprà quasi immediatamente e potrebbe scartare le tecniche di test tipiche come il controllo della zoppia.

Per verificare la zoppia di un cavallo, il veterinario ne valuterà la forma e la posizione in piedi. Possono anche provare a muovere l’arto del cavallo, controllandone il raggio di movimento.

Supponiamo che il tuo cavallo sia ancora in grado di stare in piedi e muoversi, anche se si sente a disagio. In questo caso, il veterinario può anche iniettare farmaci anestetici sull’arto colpito e osservare il cavallo mentre trotta. Quindi, a seconda di come si tiene il cavallo, un occhio allenato può dire se ha la laminite.

Sia i veterinari che i cavalieri equini comprendono bene la natura sensibile dei piedi. Pertanto, il veterinario può anche utilizzare un tester per zoccoli, “un dispositivo che può essere utilizzato per applicare una leggera pressione su qualsiasi punto dell’area della suola, della punta o del tallone di un cavallo”.

Oltre a queste procedure, il veterinario può anche ordinare test diagnostici completi per controllare l’emocromo, i livelli di insulina, i livelli di batteri e altro ancora.

trattamento del fondatore del cavallo

 

Sebbene la laminite non sia curabile, può essere trattata e gestita con la dovuta attenzione. Sfortunatamente, questa malattia non dovrebbe essere presa alla leggera né come proprietario di un cavallo né come veterinario sul campo.

Presso la National Library of Medicine degli Stati Uniti, uno studio ha seguito da vicino gli esiti sfavorevoli per i cavalli con diagnosi di cavallo fondatore. I risultati sono stati molto preoccupanti, in quanto hanno indicato che 247 cavalli sono stati soppressi e altri 13 morti (a causa di una serie di altre malattie) causati da un gruppo di 591 cavalli con diagnosi di laminite.

Tuttavia, il successo del trattamento del cavallo fondatore deve iniziare con una chiara comprensione di ciò che ha causato questo all’inizio. Per cominciare, però, il tuo cavallo soffre molto, quindi il tuo veterinario prescriverà farmaci per controllare il dolore.

La risposta del cavallo ai farmaci antinfiammatori è fondamentale. Pertanto, vorrai fornire aggiornamenti al tuo veterinario e apporterà le modifiche appropriate ai farmaci e al dosaggio a seconda dello stadio e della gravità della tua laminite.

Potrebbe essere utile spostare il cavallo colpito in una zona giorno più piccola, ma assicurati di non isolarlo. Se al tuo cavallo non piace la stimolazione visiva e il contatto con altri cavalli, lo stress della società può peggiorare le cose.

La nuova zona giorno del tuo cavallo dovrebbe avere un pacciame profondo che corrisponda alla forma del suo zoccolo quando scava. Inoltre, chiedi al tuo veterinario la possibilità di utilizzare la pasta di cavallo, che fornisce supporto per la rana e aiuta a prevenire le infezioni batteriche e fungine.

La terapia del freddo viene spesso utilizzata e richiede che i piedi del cavallo rimangano al di sotto di 40 gradi Fahrenheit per un periodo consigliato dal veterinario. La sfida del secchiello del ghiaccio è anche un’ottima misura da prendere quando si notano segni di laminite prima dell’arrivo del veterinario.

Il riposo è fondamentale per qualsiasi recupero. Tuttavia, assicurati di non incoraggiare la zoppia a far sdraiare il cavallo. Chiedi invece al tuo veterinario come sostenere al meglio la salute fisica e articolare del tuo cavallo durante il processo di recupero.

Nei casi più gravi può essere necessario un trattamento chirurgico modificato, che richiede una serie completamente diversa di istruzioni per la riabilitazione e il recupero postoperatorie.

Guarigione dal fondatore del cavallo

 

Quando il tuo cavallo si riprende dalla laminite, dovresti avere un nuovo apprezzamento per quanto siano importanti la cura degli zoccoli e la gestione della dieta. Ti consigliamo di collegare il tuo maniscalco al tuo veterinario in modo che possano concordare il modo migliore per tagliare gli zoccoli del tuo cavallo e equipaggiarlo con gli stivali.

E proprio come la gestione del peso per gli esseri umani, non puoi metterti a dieta, perdere un sacco di peso e poi tornare a mangiare nello stesso modo malsano che facevi prima della dieta.

Sarebbe utile se gestissi costantemente la dieta del tuo cavallo, apportando le modifiche necessarie. Ricorda, mira a nutrire il tuo cavallo in base alla sua razza e al suo scopo.

In generale, un cavallo dovrebbe consumare circa il 2% del suo peso corporeo nel cibo. E sarebbe meglio se dessi a un cavallo una dieta relativamente più bassa. Inoltre, nutrire sempre meno e più spesso è la pratica migliore perché è molto simile al modello naturale di foraggiamento di un cavallo.

Prestare molta attenzione ai cambiamenti stagionali e climatici che influiscono sulla ricchezza dei diversi foraggi. Un consiglio è quello di “limitare l’accesso ai pascoli fertili, specialmente durante i mesi piovosi primaverili”.

Inoltre, se il tuo cavallo sta partorendo un puledro, fai attenzione che la cavalla non ha una placenta trattenuta – in questo caso, contatta immediatamente il veterinario, poiché ciò può portare a laminite.

Sebbene la laminite sia imprevedibile e qualsiasi membro di Equus caballus possa infettare la specie in qualsiasi momento, fai attenzione a seguire le precauzioni e segui i consigli e le raccomandazioni del tuo veterinario per svolgere un ruolo attivo nella salute e nel benessere del tuo cavallo.

Considerazioni finali del fondatore

La laminite può derivare da fattori non trofici come una lesione traumatica o derivante da un’altra malattia cronica; Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la colpa è dell’obesità, della cattiva gestione del pascolo e del regime alimentare.

La salute e la vita del piede del tuo cavallo dipendono da come gestisci il suo stile di vita. Assicurati di discutere l’idoneità della tua razza di cavallo per lo scopo per cui è stata progettata.

Inoltre, tieniti aggiornato sulle diverse opzioni di alimentazione e integrazione in modo da poter essere sicuro di apportare modifiche regolari alla dieta del tuo cavallo a seconda dei cambiamenti stagionali, della mancanza di pascolo, nonché dell’età, del peso e del carico di lavoro del cavallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button