equitazione

 Tecnica di salto migliorata con le basi

 Tecnica di salto migliorata con le basi

 

Migliorare il modo di saltare inizia con le basi

Saltare non è per i deboli di cuore. Per raggiungere il successo per te e il tuo cavallo, è importante imparare a saltare correttamente per evitare di confondere o sbilanciare il tuo cavallo. Inoltre, per la tua sicurezza come passeggero, l’apprendimento di una posizione di salto sicura ti aiuterà a tenerti al sicuro anche quando le cose non vanno sempre come previsto.

Per consentire al tuo cavallo di saltare al massimo delle sue potenzialità, devi imparare a essere il tipo di cavaliere che sta alla larga e lo prepara per il massimo successo sulle recinzioni. Tutto inizia con la consapevolezza del tuo corpo e di come la tua postura può influenzare il tuo cavallo.

Certo, il salto ha una curva di apprendimento piuttosto ripida e può sembrare molto da ricordare, ma ci sono alcuni semplici modi in cui puoi scomporlo per rendere più facile ricordare e praticare gli aspetti della tua posizione di salto in modo che tu e il tuo cavallo può. Possono diventare stelle di salto!

Distruggi la posizione di salto corretta

testa e occhi

La maggior parte di noi ha sentito “occhi alzati” più e più volte durante le lezioni. Per saltare dentro, questa nota non è davvero diversa. Vuoi mantenere la testa alta e gli occhi concentrati e consapevoli di dove stai andando.

Può essere allettante guardare il tuo cavallo, saltare o persino atterrare, ma questo può portare a errori sperimentali dovuti alla mancata concentrazione su dove sei diretto.

Guardare dove ti stai dirigendo e mantenere la testa nella posizione completa, con le spalle inclinate per seguire la direzione della tua testa, ti aiuterà. Quindi, tieni la testa alta e tieni gli occhi concentrati su dove stai andando e dove vuoi puntare il tuo cavallo.

corpo e sedile

Il motivo per cui i cavalieri escono dalla sella in una posizione a “due punti” sopra le recinzioni è per scopi aerodinamici: consentire al cavallo di saltare il più facilmente possibile senza ostacoli da parte del cavaliere. Metterti in sella non ha solo lo scopo di aiutare il tuo cavallo a esprimere il suo potenziale atletico e a liberarsi facilmente dei salti, ma anche a tenerti al sicuro e sul percorso senza saltare troppo davanti o dietro il movimento. Ognuno di questi potrebbe farti perdere l’equilibrio e cadere.

Il tuo sedile dovrebbe essere più alto rispetto al sedile, ma con il centro dell’equilibrio ancora sopra il sedile, con gran parte del tuo peso e dell’equilibrio che cadono sulla punta dei piedi e sui talloni come un’ancora.

Il tuo busto può muoversi in avanti e più vicino al collo del cavallo in posizione piegata, con il fulcro sui fianchi e sulla vita. Vuoi una schiena dritta, spalle piatte e i tuoi occhi concentrati su ciò che hai di fronte: guardare tra le orecchie del cavallo quando salti mentre ti avvicini.

Vuoi sostenere il tuo corpo senza cadere sul collo del cavallo. Pertanto, dovrebbe esserci una distanza visibile tra te e il collo del cavallo. Quando pieghi i fianchi per entrare in due punti, non vuoi che questo cambi la posizione delle gambe. Questo aspetto della posa del salto si concentra solo sul piegare il corpo ai fianchi mentre le gambe rimangono attaccate al cavallo.

Braccia, gomiti e mani

È importante dare al tuo cavallo un adeguato rilascio oltre le recinzioni. Esistono diversi tipi di versioni che possono essere utilizzate, ma la più comune, soprattutto con i nuovi jumper, è la versione top. Ciò comporta l’estensione parziale delle braccia fino al collo in modo da poter seguire la bocca del cavallo mentre salta ed evitare di rimanere intrappolati in bocca.

Se i tuoi gomiti sono troppo rigidi e non seguono il movimento del cavallo, potresti spingerli accidentalmente in bocca, il che rende il cavallo confuso, a disagio e più propenso a prendere una rotaia.

Vuoi che i tuoi gomiti siano sciolti e seguano il movimento del cavallo, ma non vuoi raggiungere il collo così lontano da perdere l’equilibrio e finire sdraiato sul collo del cavallo. Quando pieghi i fianchi per andare in due punti, vuoi modificare leggermente i gomiti spostandoli in avanti mentre il tuo busto si muove naturalmente in avanti con il movimento del salto del cavallo.

Puoi consentire al movimento del salto di aiutare a guidare i gomiti se li tieni sciolti e teneri.

 

Se rimani indietro, puoi usare le mani per “far scorrere” le briglie allentando la presa e facendole passare tra le dita in modo che il cavallo non tocchi la fine del contatto.

Questo è un modo semplice per correggere se stessi se ti ritrovi a fare una vacanza troppo breve o dimentichi di liberarti. È un’abilità importante da imparare e ricordare nel caso in cui prendi una brutta distanza o se le cose non vanno come previsto. Ti permette di cercare di stare lontano dal tuo cavallo anche quando la tua postura non è l’ideale.

gambe e piedi

Le gambe e i piedi sono ciò che stabilizza e bilancia la tua posizione sulle recinzioni. Se la tua gamba scivola troppo lontano, il tuo centro di gravità viene spostato ed è anche più difficile seguire il movimento del cavallo e aumenta la probabilità che il cavaliere squilichi.

Se i tuoi piedi sono girati di lato anziché per lo più rivolti in avanti e più o meno paralleli alla gabbia toracica del cavallo, questo solleva inavvertitamente la gamba dal lato del cavallo e ti fa pizzicare le ginocchia, rendendo la gamba meno di supporto. Tu e il cavallo.

 

Vuoi che la tua gamba cada appena dietro il colletto, e le dita dei piedi in avanti e il polpaccio a contatto con il corpo del tuo cavallo. La posizione della gamba sopra le recinzioni non è diversa da quella ideale in piano, è solo la parte superiore del corpo che si muove per seguire il movimento del salto.

Il tuo peso può cadere nei talloni, ma fai attenzione a non allungare eccessivamente i talloni poiché ciò li renderà inefficaci come ancoraggio per il tuo corpo. Il tallone inferiore ha lo scopo funzionale di aiutarti a bilanciare stabilizzando il tuo peso.

Suggerimenti per la postura del salto

Vedi dove vuoi andare.

occhi in su! Ogni volta che guardi in basso, non vedi dove stai andando e ciò potrebbe portare a deragliamenti o ulteriori errori.

Lascia che il cavallo ti salti addosso.

Cerca di non spingerti in avanti con il cavallo perché questo può farti saltare molto prima di muoverti e può essere difficile da sistemare. Cerca di consentire al movimento del salto in modo naturale di spingere il tuo corpo in avanti in due punti.

Pratica, pratica, pratica.

Esercitati a cavalcare su una mezza panca e due punti piatti in modo da poter sviluppare la forza per una posizione di salto forte sopra le recinzioni. Con l’allenamento arriva la maestria! Più tempo ti concentri sul rafforzamento del tuo corpo per renderti più facile, più facile sarà saltare.

Costruire la fiducia sui pilastri della terra.

Organizza corsi di addestramento con i bastoncini e puoi eseguirli come bastoncini da barca: allena la tua posizione, conta i tuoi passi e aiuta il tuo cavallo a diventare più suscettibile alle recinzioni. In questo modo, quando i salti sono alti, sarai più sicuro e preparato.

Assicurati che la lunghezza della staffa funzioni.

In generale, i maglioni accorceranno di una o due buche dalla loro lunghezza piatta. Assicurati che le staffe non siano troppo lunghe o troppo corte in quanto ciò può rendere più difficile lavorare sulla posizione di salto e farlo bene.

La ginnastica ti aiuta a farlo bene.

Dopo esserti assicurato che il tuo allenatore abbia approvato la tua prontezza, le reti da ginnastica possono essere un ottimo strumento per aiutarti a imparare il tempismo e la consapevolezza del corpo, senza doversi preoccupare di preparare il tuo cavallo per le distanze come potresti dover fare in pista. Lavorare la rete ti permette di cavalcare il tuo cavallo attraverso combinazioni di pali o salti e questo ti aiuta a sviluppare la consapevolezza della tua posizione di cavaliere in modo da poterla sentire quando è giusta.

Saltare è solo un’azione costante con ostacoli.

Non è necessario saltare tutto il tempo per migliorare! Un sacco di lavoro in piano per mirare al tuo equilibrio e la tua equazione in piano trasformerà le tue abilità oltre le barriere. Non sottovalutare mai l’importanza del lavoro in piano e confida che migliorerai come pilota anche se il tuo allenatore si concentra molto sul piatto.

Il lavoro piatto è ciò che fa un buon salto. Sia per il cavallo che per il cavaliere, è fondamentale. Non devi solo saltare per migliorare la tua postura!

Esercitati su recinzioni basse.

Durante lo sviluppo del tuo sito, mantenere le cose facili è spesso la strada da percorrere. Non correre verso le alte mura. Attieniti al tasto basso e lavora sulle tue fondamenta: la tua posizione. Una volta fatto, puoi montare le recinzioni, nessun problema. Non abbiate fretta! Avere il tempo necessario per avere successo è ciò che rende un buon pilota.

Il lavoro dei passeggeri non aiuta.

Se hai una gamba debole su staccionate o in piano, lavorare senza staffe può davvero aiutare a rafforzare la gamba. Inizia con piccoli passi ed espandi gradualmente la quantità che fai. Anche non fare staffe su un lato lungo o corto è un inizio!

Rafforzare le strutture muscolari di cui hai bisogno per sviluppare una postura di salto buona e forte renderà tutto molto più facile. Puoi anche allenare questi gruppi muscolari con esercizi a casa che non richiedono un cavallo.

Per essere teso bene!

Se ti ritrovi a perdere fiducia, va bene fare un passo indietro e rallentare. Difenditi e dillo al tuo allenatore quando stai davvero lottando con qualcosa o stai attraversando un momento difficile. È del tutto normale lottare quando si imparano nuovi concetti, non essere imbarazzato da questo e ricorda solo che fa parte del viaggio.

pensieri di separazione

Imparare a saltare può sembrare un’impresa enorme e può essere un po’ intimidatorio. Anche se c’è molto da imparare, sicuramente si può fare e puoi imparare tutte queste cose nella tua zona di comfort, al tuo ritmo, un passo alla volta.

Parte del permettere a te stesso di diventare un eccellente rider jump-jump che sei destinato a essere è concentrarti sulle parti essenziali di questo, e puoi iniziare concentrandoti su sottili miglioramenti nel posizionamento che aggiungeranno tempo extra fino a diventare improvvisamente il pilota che hai solo sognato di essere.

Ricorda che ogni ciclista ha le proprie debolezze e difficoltà individuali, quindi alcuni aspetti della tua posa di salto potrebbero essere più difficili per te di quanto non lo siano per gli altri, ma queste sono solo le tue lotte individuali e fa tutto parte del tuo apprendimento! Anche i migliori piloti del mondo hanno dovuto ricominciare dall’inizio una volta.

Quando impari cose nuove, cerca di renderlo piacevole e interessante e non paragonarti agli altri. Cerca di battere il pilota che eri ieri e punta sul continuo miglioramento personale. Questo è tutto ciò che chiunque può chiedere, ed è così che diventi un pilota affermato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button